Quanto deve mangiare un gatto?

I Gatti sembrano essere sempre affamati e spesso ci chiedono il cibo con talmente tanta dolcezza che può essere molto difficile dirgli di no. Eppure è assolutamente necessario che un gatto mangi non più di quanto ha bisogno, per evitare problemi di obesità ed altre malattie correlate.

Oggi vogliamo spiegarvi le quantità di cibo che dovete dargli in base alla sua età, in modo che il vostro gatto possa essere sempre in forma ed avere una vita lunga e sana.

C'è innanzitutto una premessa da fare, i gatti sono animali carnivori e la presenza di proteine è molto importante nella loro dieta, per questo vi raccomandiamo che il cibo che gli date sia ricco di proteine, leggete bene l'etichetta con i valori nutrizionali del cibo che volete dargli. Ricordatevi sempre di alternare cibo secco con cibo umido.

Ovviamente assicuratevi sempre che il gatto abbia sempre acqua fresca a disposizione.

Gattino cucciolo

Un gatto è considerato un cucciolo fino a circa un anno di età. In questo lasso di tempo della sua vita è necessario che faccia almeno 5 pasti al giorno, soprattutto nei primi mesi di vita, per poi andare a calare fino a 3 pasti al giorno. Il suo stomaco è ancora piccolo ed è meglio che mangi piccole quantità alla volta. Per quanto riguarda la quantità, in questo caso è molto personale e quindi potete farvi consigliare dal vostro veterinario in base al peso del gatto.

Gatto adulto

Un gatto è adulto a partire da un anno di età. In questo caso possiamo seguire una tabella di base per poi regolarci in base alle abitudini ed al carattere del gatto.

Per quanto riguarda il cibo umido, un gatto deve mangiarne ogni giorno 40gr moltiplicato per il suo peso, quindi ad esempio se il gatto pesa 4kg il calcolo sarà 40*4.

Per il cibo secco è altrettanto semplice. Vi basta prendere il risultato per il cibo umido e dividerlo per tre, ottenendo così la quantità giusta da dargli.

Potete dividere il pasto due o tre volte al giorno se il vostro gatto è goloso e vuole sempre avere la sua ciotola piena.

Come detto sopra, comunque, è bene regolarsi in base alle abitudini del gatto, se ha uno spiccato senso da cacciatore riporterà qualche preda quindi è possibile che dobbiate diminuire le quantità di cibo, questo anche nel caso in cui il gatto sia un po' pigro ed i suoi movimenti limitati, altrimenti rischierà il sovrappeso.

Se il gatto è sterilizzato invece dovrà mangiare di meno, se incinta dovrà mangiare di più.

Gatto anziano

Un Gatto è considerato anziano dopo gli 8 anni di vita, qui le sue capacità digestive saranno ridotte, come la velocità del suo metabolismo, per questo vi consigliamo di ridurre le quantità di cibo che gli date e di dargli del cibo di tipo "senior" come scritto nelle confezioni.

Un Gatto anziano è più sedentario quindi rischierebbe di ingrassare troppo se il cibo che gli date è troppo.

Ok, ma come fare per controllare la quantità di cibo che gli diamo? Devo sempre pesarlo?

Si, sarebbe opportuno pesare la quantità di cibo che gli date in base ai consigli che vi abbiamo dato. Per rendervi la vita più semplice e non dover stare ogni volta a trasferire il cibo su un bilancino da cucina, dovendolo lavare ogni volta, abbiamo messo a disposizione per voi la nuova Bilancia Kittycat.

Un cucchiaio che vi permette direttamente di andare a pescare le crocchette dalla confezione e pesarle, avendo così sempre la giusta quantità. Eviterete di dargli troppo cibo e di causargli quindi problemi di obesità, inoltre risparmierete in tempo ed in denaro speso nell'acquisto di cibo in eccesso o di una bilancia di precisione dedicata a lui.

Clicca qui sotto per saperne come funziona

Scopri come funziona 

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati